I peperoni cruschi di Senise – U Strittul ru Zafaran 2013


I peperoni cruschi di Senise

Mi è capitato di conoscere questa meraviglia della natura una domenica in cui ho pranzato a casa della mia ragazza materana, nonna Angela ha preparato delle caserecce con peperoni cruschi come primo e un piatto di peperoni cruschi croccanti come antipasto, vi lascio immaginare quanto il mio palato abbia gradito tale novità!

Zafaran
Spaghetti con peperone crusco

Il peperone crusco (in dialetto “zafaran“) di Senise (PZ) è uno dei prodotti tipici che più rappresentano la gastronomia della Basilicata, regione dalle grandi tradizioni agricole. Un tempo veniva utilizzato nei mesi invernali come alimento prezioso che andava ad integrare la povera dieta delle campagne. Oggi invece è il leader indiscusso delle gustose ricette lucane. La principale area di coltivazione è tra le province di Potenza e Matera, tra il fiume Sinni e Agri e dal 1996 ha ottenuto la denominazione di prodotto IGP. La sua semina avviene tra febbraio e marzo, tra metà maggio e inizi giugno si procede con il trapianto e infine si procede con il raccolto verso la prima decade di agosto.

peperoni-cruschi
Serte appese ad essiccare

Un peperone dolce, ricco di vitamina C e sali, a basso contenuto d’acqua e spessore sottile (massimo 2 mm), caratteristiche che gli consentono una rapida essiccazione. Per un paio di giorni infatti i peperoni appena raccolti vengono stesi su delle reti in locali asciutti e ben arieggiati, successivamente vengono infilati da uno spago a formare delle “collane” (dette “serte”) lunghe fino a 2 metri e che arrivano a pesare anche 10 kg! Le serte vengono appese a ringhiere ad asciugare al sole.

4427588760_a4752a321a_b
Il peperone crusco di Senise si presta a qualsiasi accoppiamento culinario.

Una volta che sono completamente essiccate vengono messe a friggere in abbondante olio extravergine d’oliva; questo fa si che il peperone acquisti croccantezza e fragranza. Ma come li si utilizzano in cucina? Vanno benissimo come antipasto, come guarnizione di primi piatti (con le caserecce o con gli spaghetti sono ottimi, ma anche in un piatto di cicorie e purè di fave fanno la loro ottima figura!), in piatti di carne o con il pesce. Viene anche usato macinato per accompagnare varie pietanza, oppure viene impastato in formaggi e salumi ma forse “la morte sua” è con un piatto di spaghetti aglio olio e peperoncino e mollica fritta!

Ringraziamo ancora nonna Angela per averci deliziato con questo straordinario prodotto lucano! Per gli amanti di tale prelibatezza segnaliamo infine la sagra dedicata ad esso, ve la consigliamo!

9 e 11 Agosto 2013 – XI° edizione del Vicolo del Peperone di Senise

PROGRAMMA

Venerdì 9 Agosto
U Strittul dei bambini -Una giornata tutta dedicata ai bambini

Sabato 10 Agosto
Ore 21.00 Giochi Popolari a Rioni – Centro Storico di Senise
Rioni partecipanti: Timponi, Fontanelle, Centro Storico, Rotalupo, San Pietro

Domenica 11 Agosto
Ore 20.30 Sagra del peperone IGP di Senise
Ore 21.30 NA’IM Concerto di musica popolare

https://www.facebook.com/ustrittulruzafaran

Previous EATALY APRE ANCHE A BARI
Next La Paranza - Ristorante di pesce - Taranto